Tag: colorno

La cena firmata Al Vèdel? Si gusta con il menù d’Asporto e Delivery!

Da sempre la priorità per il ristorante Al Vèdel è far sentire i propri ospiti come in famiglia, unendo il piacere per la cucina tipica e gourmet a quello dell’accoglienza. La chiusura serale dei locali (come previsto dai Dpcm in tema anti-covid) ci impedisce di poter svolgere in pieno il nostro ruolo di ristoratori, limitando la possibilità di vivere il momento della cena fuori casa. Per non far mancare la nostra vicinanza a clienti ed amici, abbiamo quindi riattivo il SERVIZIO D’ASPORTO e il DELIVERY con consegna a domicilio, con un menù dedicato, dove ritrovare i grandi classici della nostra cucina e proposte più creative, inclusi i salumi artigianali e naturali del salumificio di famiglia Podere Cadassa.
Per l’asporto e il delivery è inoltre stato pensato il menù degustazione “Tradizioni nella Nebbia”, per un viaggio del gusto nei sapori tipici invernali del territorio, dall’antipasto al dessert.

VINO: Oltre ai piatti in menù è possibile acquistare anche la bottiglia di vino desiderata. Oppure farsi consigliare sulla scelta del vino dal nostro sommelier al momento dell’ordine.

COME FARE L’ORDINE

– L’ASPORTO (Take Away) è attivo TUTTI I GIORNI (PRANZO e CENA), previo ordine telefonico al numero 0521 816169 (entro le ore 19). 

– Il DELIVERY (consegna a domicilio) è attivo tutti i giorni nella zona di Colorno, comuni limitrofi e Parma centro (PER ALTRE ZONE CHIEDERE INFORMAZIONI AL MOMENTO  DELL’ORDINE), con PRENOTAZIONI entro le ore 18 e consegna il giorno dopo (numero telefonico 0521 816169 – mail: info@alvedel.it).
Pagamento anticipato con carta di credito (o secondo accordi presi direttamente al momento dell’ordine).
> Consegna gratuita oltre gli 80€ di spesa (altrimenti costi di consegna € 5,00)
> Su ogni confezione troverete il consiglio “Passo a Passo”, per comporre e gustare nel modo corretto i piatti ordinati.

MENÙ AL VEDEL ASPORTO/DELIVERY

I SALUMI DEL PODERE CADASSA
(stagionati in cantine naturali, prodotti senza conservanti né glutine)

-Culatello di Zibello Dop stagionato 26 mesi ………………..€ 10,00 (vaschetta da 80g)
– La speciale selezione di tre stagionature di Culatelli di Zibello Dop 16-26-38 mesi ………€ 14,00 (vaschetta da 80g)
– La degustazione della nostra produzione di salumi …………€ 10,00 (vaschetta da 100g)
– Strolghino naturale in astuccio ………….€ 7,00 ( al pezzo)
– Fiocchetto stagionatura 1 anno, a metà sottovuoto …………….€ 26,00 al kg
– Salame gentile naturale, a metà sottovuoto………………. € 26,00 al kg
– Culatello di Zibello Dop metà 26 mesi, sottovuoto …………………€ 65,00 al kg
– Spalla Cruda di Palasone stagionata 15 mesi ……………..€ 48,00 al kg
– Salame gentile di maiale nero stagionato 9 mesi……………. € 36,00 al kg
– Coppa di suino stagionata, pulita, a trancio sottovuoto ……………….€ 26,00 al kg

ANTIPASTI DALLA CUCINA
– Tartare di Bue su crema di patate, uovo in camicia e tartufo nero………………….€14,00
– Pernice rossa marinata su mela al vino rosso, pancetta stufata e la coscia confit laccata al fondo ridotto ……………..€ 16,00
– Lumache alla Bourguignonne con cestino di patate e verdure croccanti …………….€ 12,00

– Tutto crudo di Pesce: gamberi rossi, scampi, ricciola, seppia, salmone, capesanta e tonno …………….€ 22,00
– Sfilacci di seppia con verdure disidratate, riso rosso al pomodoro confit e il suo nero…………… € 16,00
– Gnocco di patate ripieno al baccalà mantecato con salsa acidula e Caviale selezione Prunier ……………………€ 18,00

– Millefoglie di zucca e patate, fonduta al taleggio e porcini trifolati € 12,00

PASTE & CO.
Tortel Dols di Colorno (tortelli ripieni di mostarda di frutta antica e vino cotto, conditi con il Parmigiano Reggiano di vacca modenese e burro rosso) ………………€ 10,00
– Scrigno di Parma, ripieno con ravioli al pomodoro candito e crema di Parmigiano Reggiano ……………………€12,00
– Tortelli di erbetta con burro fuso e Parmigiano Reggiano di collina ………….€ 8,00
– Anolini alla parmigiana ……………..€ 32,00 al kg (vaschette da ½ kg )
– Brodo di manzo e cappone …………………..€ 5,90 al litro
– Testaroli al pesto delicato di zucchine e mollica di pane croccante ……………………€10,00
– Risotto “Della Siora”, con salame fresco e funghi porcini …………………………€ 10,00

– Tagliatelle verdi al pesto di basilico, seppie e bottarga ………………………€12,00
– Conchiglie al nero di seppia con baccalà mantecato e salsa di alici ……………………..€12,00
– Chitarrine di pasta fatta in casa al cacciucco (canocchie, cozze, vongole, triglia e gamberi rossi)………………………€18,00
– Crema di zucca, animelle di vitello ………………….€12,00

I SECONDI
DALLA TERRA AL MARE

Oca Bargnocla: Coscia d’oca di cortile arrostita con verdure croccanti, patate e la sua scarpetta …………………….€ 18,00
– Filetto di manzo “Tournedot alla Rossini” (servito con scaloppa di fegato grasso e cialda di semola) ……………€ 22,00
– Faraona cotta in casseruola con funghi porcini, cipolla dolce e polenta arrostita …………€ 12,00
– Tagliata di Bue con patate arrostite ………………………………€ 16,00
– “Presa” di suino di pura razza iberica, salsa al peperone, senape e verdure…………… € 16,00
– Il cotechino naturale Podere Cadassa, servito con purea di patate e zabaione cotto al moscato …………………….€ 13,00
Il Piatto da Pentola: lesso della tradizione parmigiana con lingua, cotechino, manzo, gallina, ripieno e testina, serviti con salsa rossa, verde e sacrao………………….. 18,00
– Lingotto di Zucca, pasticcio alla zucca e cipollotto, e carciofi trifolati ……………€13,00

-Chele di Granchio reale gratinate con crostoni e salsa guacamole……………….. € 26,00
– Cuore di Baccalà con pomodoro giallo candito, tenerumi, olive e capperi ……………………….€ 16,00
– Rombo affumicato, con olio aromatizzato al passion fruit e insalata di finocchi ……………..€ 16,00

La selezione di FORMAGGI artigianali – porzione da € 7,00 oppure € 14,00

PER TERMINARE… IN DOLCEZZA!
DESSERT

– Eclair con ganache al capuccino e pera, macaron al cacao ……………….€ 7,00
– Piramide al cioccolato Guanaja con Chantilly cremosa ……………………..€ 7,00
– Crema semifredda “Bacio di Parma”, salsa profumata al nocino e fondo croccante ………………….€ 7,00
– Zabaione cotto al Rum con cantucci e sbrisolona …………………………€ 8,00
– “Dulcis in Fundo” (degustazione di piccole creazioni dolciarie: Parma 2020, tartelette caffè, bignè alla nocciola, macaron al the matcha, mela al caramello)………………………………€ 10,00
– Bavarese al cioccolato bianco su tartelette alla castagna e castagna glassata al fondente ………………………………………€ 7,00
– Tasty Cake, torta al lampone e mango ……………………………………………….€ 7,00
– Parma 2020 (dessert che esprime l’anima della pasticceria locale: gianduia, zabaione e caffè, affiancati da una composta di frutta fresca e ananas marinato) ……………………………………….€ 8,00

MENU PER PICCOLI
– Tortelli d’erbetta baby……………………€ 5,00
– Cotolettina panata con le patate fritte……………………..€ 7,00

MENU DEGUSTAZIONE ASPORTO
TRADIZIONI NELLA NEBBIA

Il tagliere di salumi Podere Cadassa: Culatello 26 mesi, Spalla Cruda, Salame gentile e Coppa
– Anolini alla parmigiana in brodo di manzo e gallina
– Il piatto da Pentola: lesso della tradizione parmigiana con lingua, cotechino, manzo, gallina, ripieno e testina serviti con salsa rossa e verde
– Zabaione al Rum con cantucci e sbrisolona
………………………………………………………………………………… € 38,00 (a persona)

Parma capitale del… Culatello! I due nuovi packaging del Podere Cadassa

Il 2020 sarà per Parma e il suo territorio un anno ricco di appuntamenti e di celebrazioni del grande patrimonio artistico, storico, naturalistico e, logicamente, gastronomico. Pama sarà infatti Capitale della Cultura Italiana e il Podere Cadassa ha voluto realizzare per l’occasione il nuovo packaging dedicato al Re dei Salumi, il Culatello di Zibello Dop, un’eccellenza della più alta arte norcina della nostra Penisola.

E per farlo ha scelto uno stile contemporaneo e creativo, per un salume senza tempo, capace di farsi amare dai palati più tradizionalisti, così come da quelli dei moderni foodie e dei consumatori d’oggi. Due tipologie di confezioni da collezionare che arricchiscono la serie di packaging ideati negli anni dal salumificio artigianale di Colorno.

Il primo richiama la street art e la cultura giovanile con una comunicazione diretta che vede protagonista, ancora una volta, il maialino rosa, trasformato per l’occasione in un graffitaro armato di bonboletta spray e tanta fame; il secondo è un viaggio, in stile Pop Art, fra i grandi personaggi di Parma, dal Maestro Giuseppe Verdi, indiscusso appassionato di Culatello e degli altri salumi tipici, a Giovannino Guareschi che fece conoscere il “Mondo Piccolo” ben oltre i confini locali e nazionali.

Due nuove confezioni ideali per gustosi regali e per portarsi a casa un po’ di Parma, Capitale della Cultura e Capitale del… Culatello!

Animante Terra e Ambiente, il Vèdel premiato dalla Guida Gambero Rosso 2020

“Quando la sostenibilità è forma e sostanza. Valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti attraverso una cucina nel piano rispetto della terra, dell’ambiente e dell’uomo”. Recita queste parole il Premio speciale Terra e Ambiente Animante di Barone Pizzini, assegnato ad Al Vèdel in occasione della presentazione della Guida ai Ristoranti 2020 del Gambero Rosso.

Un premio che sottolinea l’attenzione da sempre dimostrata dal ristorante colornese nel valorizzare la tipicità della cucina parmense, riscoprendo ricette e materie prime che stavano scomparendo dai menù gourmet.

«Siamo molto felici per questa menzione che sottolinea l’attenzione rivolta al territorio e al prodotto tipico, elementi alla base della nostra storia gastronomica – ha commentato Marco Pizzigoni del Vedel, presente allo Sheraton Roma Hotel & Conference Center, insieme alla moglie Monica Bergonzi, durante la presentazione della Guida del Gambero Rosso.

«Pensiamo al Tortel Dols, una ricetta fortemente locale e poco conosciuta all’esterno, ma che racchiude in sé storia, cultura e territorio che nel corso degli anni è diventata una delle nostre ricette simbolo e piatto richiestissimo dai nostri ospiti – continua Pizzigoni -. Oppure l’interpretazione in chiave moderna del pesce di fiume, come anguilla e pesce gatto, due specie che nel passato facevano parte della nostra alimentazione quotidiana, ma che purtroppo sono progressivamente state abbandonate dalle cucine dei ristoranti. Senza dimenticare la tradizione della salumeria locale che per noi vuol dire storia e passione di famiglia».

Oltre al ristorante Al Vèdel, quest’anno il Premio speciale Terra e Ambiente è stato consegnato anche Al Convento di Cetara (Sa) e alla Locanda del Benaco di Salò (Bs). Ristoranti all’apparenza diversi, ma accumunati dalla capacità di interpretare la materia prima nel segno della sostenibilità e della riconoscibilità.

Dalla cantina alla tavola, trionfa il Maiale Nero di Parma

Un’antica tradizione quella della norcineria parmense, capace, ancora oggi, di preservare l’artigianalità delle lavorazioni e di tramandare il sapere di generazione in generazione. Proprio come succede al Podere Cadassa, salumificio storico di Colorno, che dal 1780 prosegue la lavorazione del maiale, insieme a quella della ristorazione con Al Vèdel.

Filiera controllata, nessun utilizzo di chimica e stagionatura lenta in cantina sono i valori tradizionali sui quali si basa l’attività del Podere Cadassa, raccontati durante la serata “I Segreti del Nero di Parma”, con presentazione dei salumi di Maiale Nero – della filiera locale -, avviata da un paio di anni dall’azienda, a partire dal Salame Gentile, realizzato con budello naturale, per arrivare al pregiato Culatello. Un’iniziativa che ha permesso, non solo di degustare le prelibatezze della cantina, ma anche di approfondire l’abilità norcina, con la dimostrazione della legatura dei salumi, ad opera di Luciano Pezzali aiutato dal giovane Federico Anzola e le spiegazioni del professore Ferdinando Gazza, grande conoscitore del Maiale Nero di Parma.

Il Suino Nero è un animale autoctono del parmense, ma praticamente scomparso dopo la metà del 1700 con l’arrivo della Large White, per ritornare a sublimare i palati solo dopo gli anni ’90, quando iniziò un programma di recupero dell’animale, nella sua razza pura. Si tratta di suini allevati all’aperto e alimentati in prevalenza a ghiande, che presentano robustezza e struttura forte, carne saporita e ricca di grasso. Caratteristiche che donano ai diversi tagli morbidezza e dolcezza, come hanno potuto assaporare gli ospiti dell’evento, a partire dall’antipasto, servito direttamente nel caveau del Podere Cadassa, circondati da Culatelli e dall’inconfondibile profumo di cantina naturale. Da una parte i norcini a legare i salumi e dall’altra lo chef patron del Vèdel, Enrico Bergonzi, ad affettare direttamente sul posto Coppa di Parma di 12 mesi, Spalla Cruda di 16 mesi, Salame Gentile di 6 mesi, da assaggiare in purezza, insieme a ciccioli, gola e i finger food di Cialda con sedano rapa, lombo di Maiale Nero, rafano e Polenta con lardo pesto.

La cena è proseguita al tavolo del ristorante, dove lo chef ha voluto rendere omaggio alla carne morbida e succulenta del Maiale Nero, con un tocco di creatività ed eleganza. Ad aprire il menù un delicato Risotto con salame fresco e nuvole di Parmigiano Reggiano, impreziosito da una sfumatura color oro; si è poi passati ai secondi, a base di un perfetto Filetto di Nero cotto a bassa temperatura, con crema di latte e nota acidula di limone e caviale, Costine con emulsione di senape e verdure e la morbida Coppa, cotta sempre a bassa temperatura con cilindro di verdure, a completare il piatto. Finale in dolcezza, con la rivisitazione della Pavlova, nella versione Teod-Lova composta da base in biscotto di mandorle, gelatina al lampone, crema al mango e meringa, servita in sala da tutta la brigata del ristorante.

Applausi finali per un evento dal gusto intenso, realizzato in collaborazione con Bubble’s che ha abbinato le bollicine, rigorosamente italiane, scelte per la cena.

 

La degustazione di Pasqua ispirata ai sapori della primavera

Per trascorrere nel migliori dei modi le feste pasquali, il ristorante Al Vèdel propone a tutti i suoi ospiti un menù dedicato ai sapori genuini del territorio, abbinati a piacevoli note fresche dei primi piatti, senza dimenticare le tradizionali costolette d’agnello neozelandese.

Il menù di Pasqua potrà essere scelto per tutto il giorno di domenica 1° aprile e per il pranzo del lunedì di Pasquetta.

Degustazione di Pasqua 2018

Antipasti
La speciale selezione di salumi del Podere Cadassa:

Culatello di Zibello Dop 24 mesi

Salame Strolghino naturale e Salame Gentile stagionato

Gola di Maiale Nero allo stato brado

Spalla cotta di San Secondo con la mostarda di verdura

Sformato agli asparagi freschi

Primi piatti
Ravioli di Burrata e ragù di coniglio

Risotto Vialone Nano carbonaro con pancetta croccante e Pecorino di Pienza stagionato in grotta

Secondo
Costolette di Agnello neozelandese grigliate con le patate arrostite e verdure brasate
– oppure –
La tagliata di Bue adulto con le sue patate arrostite e verdure brasate

Dessert
Saint-Honorè, bignè alla crema al caramello su biscotto croccante

Caffè espresso selezione Lady Cafè

Costo a commensale…………………………………………………………….. 45,00 euro
(escluse le bevande)

Per info e prenotazioni tel. 0521 816169 o mail info@alvedel.it

Charming Italian Chef: Enrico Bergonzi è entrato in Chic

Da quest’anno anche Enrico Bergonzi, del ristorante Al Vèdel, è Chic – Charming Italian Chef con l’ingresso ufficiale nell’associazione di professionisti della cucina italiana che vanta oltre 100 iscritti in Italia e nel mondo (8 in Emilia Romagna, di cui 3 a Parma), con una cinquantina di stelle Michelin.

L’associazione si è da poca riunita nell’annuale congresso con la presentazione della Guida 2017-18, dei nuovi membri e delle prossime iniziative che vedranno impegnati i cuochi e gli altri professionisti Chic in cene a più mani, valorizzazione della sostenibilità e della tradizione alimentare made in Italy. Charming Italian Chef è nata nel 2009 con l’obiettivo di promuovere la creatività che da sempre contraddistingue la cucina italiana, nel rispetto della tradizione alimentare e della qualità delle materie prime.

In pochi anni, l’associazione, presieduta dallo stellato Paolo Barrale del Marennà di Sorbo Serbico e diretta da Raffaele Geminiani, è cresciuta, diventando una delle più autorevoli del settore e piattaforma per lo scambio di esperienze e interazione continua fra i soci, nel segno della ristorazione di alto livello. L’iscrizione non è immediata, ma occorre dimostrare di avere una specifica formazione e un percorso professionale di comprovato spessore, ai quali si uniscono estro culinario nell’interpretare il grande patrimonio di prodotti e tradizioni italiane.

NEWS / A Natale il Culatello del Podere Cadassa diventa fashion

Rosa shocking e verde smeraldo sono i colori scelti per le nuove confezioni regalo del Culatello di Zibello Dop del Podere Cadassa.

Nascono nel segno del divertimento e della tendenza le novità 2016 della linea di packaging “Dop Art”, ideata dal salumificio storico di Colorno (Pr) per il Re dei salumi. Ancora una volta la creatività incontra la tradizione per vestire sua maestà il Culatello. Il gusto e la genuinità di sempre (garantite dalla Dop), ma racchiusi in confezioni fashion, ideali per un originale regalo da mettere sotto l’Albero e collezionare a ogni edizione.

Il maialino della Food Valley resta il protagonista delle due confezioni 2016, con taglio giocoso, nel puro spirito della Bassa parmense. Dall’agente segreto sulle orme del gusto “Dop Secret” fino alla star hollywoodiana, perché sorridere e prendersi un po’ in giro è il migliore modo per iniziare ad assaporare l’eccellenza della norcineria italiana.

La salumeria artigianale made in Parma vanta anche altri eccellenti prodotti che non mancano mai sulle tavole di Natale e Capodanno. Per i pranzi e le cene di fine anno si potrà quindi scegliere tra Strolghino e Cotechino, realizzati sempre a mano dai norcini del Podere Cadassa, e custoditi nelle raffinate confezioni scure con scritte a caldo, pensate per i più golosi che non vogliono però rinunciare all’eleganza dello stile italiano.

NEWS / Da New Orleans a Colorno per imparare la cucina italiana

Una storia lunga 9 anni, da quando, a Bergamo, lo chef di New Orleans di origine israeliana Alon Shaya ha degustato per la prima volta il Salame Gentile del Podere Cadassa: «Il migliore salume che io abbia mai mangiato».

Dopo quell’assaggio lo chef Shaya si mise subito in contatto con Enrico Bergonzi per una visita al Podere Cadassa, esprimendo il desiderio di imparare sul campo l’arte dell’antica norcineria parmense. Detto, fatto. Alon arrivò così a Colorno, nel cuore della Food Valley, dove fu accolto da Enrico Bergonzi insieme alla moglie Edgarda Meldi che gli mostrarono, prima la salumeria artigianale parmense e poi i segreti della cucina tradizionale italiana. «Ho conosciuto la famiglia Bergonzi a 27 anni e da subito il loro affetto mi ha avvolto – spiega Alon -, quello che ci unisce non è solo un legame professionale, ma principalmente umano, di amicizia. Enrico e tutta la sua famiglia mi hanno fatto capire che la cucina e la gastronomia italiana sono soprattutto cultura e conoscenza: un insegnamento che porto sempre con me».

Shaya è un apprezzato chef della Louisiana, citato in molte guide culinarie e classifiche americane, con all’attivo ben 3 ristoranti: l’italiano “Domenica” all’interno dello storico Roosevelt Hotel, la pizzeria “Pizza Domenica” e il moderno ristorante di cucina israeliana “Shaya”. Un intelligente e competente chef che cerca di cogliere l’essenza dei piatti, non imitando, ma studiando con attenzione la gastronomia italiana per caratterizzare i propri locali con raffinati menu.

«Mi ricordo ancora lo stupore che ho provato alla vista della cantina storica dei Culatelli del Podere Cadassa, sembrava di essere in un set cinematografico; l’atmosfera che ho respirato e che tuttora ritrovo in questo luogo è magica, davvero unica» continua il ristoratore di New Orleans, ritornato a Colorno quest’estate insieme alla moglie Emily, per continuare la scoperta delle tipicità italiane: «Quelli del Podere Cadassa sono salumi eccellenti che offro nel mio ristorante, fra cui la Pancetta, il Salame Gentile, la Coppa».

«Per me è molto importante vedere da vicino la produzione artigianale dei salumi e parlare direttamente con chi realizza questi prodotti sublimi, come il Culatello di Zibello Dop – puntualizza Alon -. Per questo motivo ringrazio Enrico ed Edgarda che non solo rispondono alle mie domande, ma mi fanno immergere totalmente nella cultura gastronomica italiana, portandomi con loro in cucina per mostrare come nasce un tortello d’erbetta, un risotto, una mostarda o qualsiasi altra ricetta che assaggio nelle mie visite».

«Avevo già studiato la cucina italiana, ma quando 9 anni fa sono arrivato Al Vèdel, ho capito che c’era molto di più di quello che sapevo, tutto un mondo da approfondire». «Sono molto grato alla famiglia Bergonzi – conclude lo chef – ed è per questo che nel libro sulla cucina che sto scrivendo e che uscirà a breve ci saranno ben due capitoli dedicati al ristorante Al Vèdel».

NEWS / Il Culatello e lo Strolghino premiati al Great Taste 2016

Le stelle del Great Taste 2016 brillano per gli insaccati artigianali del Podere Cadassa che dal 1780 produce solo salumi tipici della Bassa parmense.
Quest’anno, oltre alla conferma delle 2 stelle (su un massimo di 3) per il Culatello di Zibello Dop nella categoria “salumi stagionati” – come già avvenuto nel 2014 -, per la prima volta è salito sul podio anche lo Strolghino incoronato con 1 stella nella categoria Salumi, sottocategoria “salami, stile continentale, freschi”.
Il Great Taste è il premio annuale organizzato dal Guild of Fine Food di Londra che può essere definito come l’Oscar internazionale del cibo. Una giuria selezionata di oltre 400 membri fra giornalisti ed esperti del settore Food, da marzo a luglio, assaggia, valuta e infine giudica le tipicità internazionali provenienti da ogni angolo del mondo, per individuare quelle più meritevoli di ricevere le prestigiose stelle del Great Taste.
Il Culatello di Zibello Dop presentato dal Podere Cadassa è un 20 mesi che la giuria ha definito: “Good texture, wonderful balance of flavours. Ratio of fat to meet was good. Excellent product”. Il Culatello di Zibello del Podere Cadassa è l’unico Dop certificato dal Consorzio di Tutela a essere stato premiato al Great Taste 2016, confermando l’impegno dell’azienda a valorizzare l’eccellenza della norcineria locale che si basa sulla qualità delle materie prime selezionate e sull’applicazione di altissimi livelli di sicurezza alimentare.
Lo Strolghino è invece l’unico, di questo genere, presente nella classifica del rinomato premio, definito dai giudici: “A balanced mix of fat and meat ratio. We liked the subtle clean flavour and soft texture”. Fra i salami prodotti nella Food Valley, lo Strolghino è senza dubbio uno dei più conosciuti, apprezzato soprattutto per la dolcezza e la morbidezza della carne che lo rendono ideale per antipasti e aperitivi. Il Podere Cadassa lo produce solo in modo artigianale, senza conservanti né coloranti, utilizzando esclusivamente carne proveniente da allevamenti di Emilia Romagna e Lombardia, sale, pepe e un goccio di miele.
«L’attenzione alla qualità dei salumi e alla loro “naturalezza” è da sempre uno dei nostri valori fondanti – commentano Enrico Bergonzi e Marco Pizzigoni, titolari dell’azienda -. Salumi genuini grazie ai quali riscoprire quel sapore inconfondibile della stagionatura in cantina, dove la regolazione dell’aria e dell’umidità è determinata solo dall’apertura manuale delle finestre. I prodotti artigianali, spesso considerati riservati alle élite di appassionati, hanno invece tutte le caratteristiche per posizionarsi nei grandi mercati. La qualità è la vera carta vincente. Oggi ancora di più che ieri. E per giocarla al meglio, occorre informare nel modo corretto il consumatore finale e valorizzare l’originale made in Italy».

NEWS / Il 4 febbraio il maître fromager Hervé Mons ospite al Vèdel

Fromage Cathare, Comtè, Fourme d’Ambert, St. Felicien, Langres, St. Marcellin sono solo alcuni dei protagonisti dell’evento “I segreti dei formaggi”: la serata degustazione in  programma il 4 febbraio al ristorante “Al Vèdel” che avrà come ospite d’onore Hervé Mons, fra i più famosi maître fromager al mondo.

Mons ha dedicato tutta la vita alla ricerca e all’affinamento dei formaggi, affermandosi sul panorama lattiero-caseario internazionale. La cena si presenta quindi come un evento unico, durante il quale assaporare prodotti di altissima qualità, presentati direttamente da Hervé Mons e abbinati a proposte culinarie ideate dallo chef patron del Vèdel, Enrico Bergonzi. La serata, realizzata in collaborazione con l’azienda Selecta – distributore esclusivo per l’Italia dei formaggi MonS – insieme all’affinatore italiano Enrico Panzarasa, sarà quindi l’occasione per una vera e propria esperienza sensoriale nell’universo dei formaggi, guidati dal maestro francese che per tutta la cena resterà a disposizione dei commensali per rispondere a domande e raccontare la propria esperienza.

Il benvenuto sarà dato con una serie di finger food a base dei formaggi di capra MonS, a pasta molle e fresca. Si prosegue poi al tavolo con due primi piatti: Ravioli alla pera, cipolla e Mimolette 18 mesi e Risotto alla rapa rossa con Fourme d’Ambert. La Mimolette è detta anche “Boule de Lille”, dalla regione francese da cui proviene ed è prodotta con latte vaccino crudo; è caratterizzata da un color arancio, provocato dall’annatto, un colorante naturale del Centro America con il quale viene addizionata la pasta della Mimolette, stagionata minimo per 12 mesi. Anche la Fourme d’Ambert Dop è un formaggio di latte vaccino francese che deve il nome alla zona d’origine; si tratta di un erborinato dal gusto dolce e pasta asciutta, ma cremosa che sprigiona un leggero aroma di cantina, con stagionatura minima di 28 giorni e affinatura che dura fino a 60 giorni.

Dopo i primi piatti si entra nel vivo della serata con un doppio Giro di Formaggi, accompagnati da proposte del ristorante. Sono previsti assaggi di 7 formaggi molto particolari, a base di latte di capra, vacca e pecora, fra cui spiccano alcune rarità, come il Fromage Cathare e il Comtè 18 mesi. Il Fromage Cathare è un caprino fresco a cagliata lattica prodotto con latte crudo in Linguadoca, ricoperto in superficie da cenere con impressa la croce occitana; la cagliata viene raccolta manualmente “à la louche“, messa in forma e salata a secco. Il Comtè è invece prodotto esclusivamente con latte di vacche di razza Montbeliarde e Simmental francesi sul Massiccio del Jura, dal caratteristico retrogusto di noci. Il Comté è considerato uno dei migliori formaggi al mondo ed è senz’altro un formaggio da meditazione della famiglia dei gruyéres francesi.

Per finire, il Dessert con una Purea di lamponi e fragole, Fourme d’Ambert Dop e cioccolato fondente Valrhona.

Attenzione anche alla proposta dei vini, iniziando con un Oltrepò Pavese Metodo Classico Docg Gran Cuvée Storica 1870 Brut Giorgi, per proseguire a cena con St. Urbans Hof Ockfener Bockstein Kabinett Riesling Mosel e Harmonium Firriato Nero D’Avola e terminare con Recioto della Valpolicella Zenato per il dessert.

CHI È HERVÉ MONS. La passione e la conoscenza sviluppata nel settore lattiero-caseario da Hervé Mons si sono presto trasformate in un’arte, come testimonia il prestigioso titolo di “Meilleur Ouvrier de France” ricevuto nel 2000 dallo stesso Hervé. Nel catalogo dell’affinatore francese sono presenti circa 250 diversi formaggi, frutto di una costante ricerca fra le piccole produzioni artigianali e valorizzazione dell’impiego del latte crudo da parte dei casari. Oggi Mons può contare su due cantine di affinamento: una è la Cave d’affinage di Saint-Haon-le-Chatel a Roanne, vicino a Lione riservata ai formaggi a pasta molle; l’atra è il Tunnel de la Collonge, un’antica galleria ferroviaria vicino ad Ambierle, trasformata dal maître fromager in una sorprendente cantina di stagionatura dei prodotti a pasta dura, in particolare dei grandi gruyeres francesi.

Mons collabora fin dalla prima edizione con Slow Food per la realizzazione di Cheese e nel 2001 ha creato il centro di formazione professionale Opus Caseus Concept”, per promuovere la cultura dei formaggi di alta qualità e preparare i nuovi professionisti del settore. Nel corso degli anni la maison Mons ha aperto negozi e boutique in tutto il mondo, dagli Stati Uniti e Giappone.

Per info e prenotazioni: tel. 0521 816169 – info@poderecadassa.it – info@alvedel.it